Decreto settore ristorazione – Emergenza COVID-19

in allegato inviamo DECRETO NR. 49 DEL 30 APRILE 2020 REGIONE PIEMONTE, che di seguito riassumiamo.

Il decreto si rivolge al settore ristorazione.

Le attività di ristorazione potranno effettuare vendita da asporto a partire dal 4 maggio in tutto il Piemonte tranne che per la città di Torino che sarà consentito dal giorno 9 maggio

. Tali misure sono in vigore fino al 17 maggio.

Obblighi da seguire:

– Le attività che intendono effettuare questo servizio dovranno darne comunicazione ai Comuni

– Rispettare le misure previste dal DPCM del 26 aprile 2020. Ovvero il divieto di consumare i prodotti all’interno del locale o nelle immediate vicinanze.

– In attesa all’ingresso la distanza minima di coda deve essere di 2 metri

– Le ordinazioni dovranno essere da remoto

– Il ritiro dovrà essere per appuntamento e dilazionato del tempo

– Nel locale non ci potrà essere più di un cliente per volta e restarci solo per il tempo necessario al ritiro

– Ogni cliente e il personale di servizio sarà obbligato ad indossare una mascherina

– Fra il personale di servizio ed il cliente dovrà essere sempre mantenuta una distanza di 2 metri.

– la fascia oraria per l’attività è dalle ore 6,00 alle ore 21,00, salvo potere dei sindaci di restringerlo.

– In caso di inadempienza l’attività sarà sospesa

– Le stesse misure si applicano alla vendita direttamente dai veicoli.

Le attività di ristorazione possono ovviamente continuare a vendere con consegna a domicilio nel rispetto delle normative di igiene e HACCP (rispetto della catena del freddo o del caldo, aggiornamento delle procedure sul manuale HACCP, misure di prevenzione per chi consegna).

Sempre in allegato inviamo anche il DECRETO NR. 50  DEL 02 MAGGIO 2020, il quale specifica

– Obbligo di mascherina in tutti i luoghi pubblici chiusi

– Obbligo a tutti gli addetti dei negozi di mascherina e guanti

– Restano consentite le consegne a domicilio per le attività ancora chiuse.

– Maggiori indicazioni per gli spostamenti


Alleghiamo al fondo del DECRETO NR. 49 stante l’obbligo di comunicazione, a solo titolo  esemplificativo, il modulo da compilare per l’asposrto relativo  della Provincia di Torino.